Mare

Logo PescaPlastica
Focus: Mediterraneo
Giovanni Canitano

Ecologia ed economia contraddistinguono due progetti ai quali partecipa l’Istituto di studi sul Mediterraneo. PescaPlastica mira a trasformare la plastica non riciclabile raccolta in mare dai pescatori in carburante per le loro imbarcazioni. Celavie propone un sistema che permette di coltivare le piante con la stessa acqua usata per l'allevamento dei pesci

Una scena del docufilm 2100
Cinema: Mediterraneo
R. B.

Nel docufilm si evidenziano, con immagini affascinanti e interventi di esperti dell’argomento, i rischi cui è soggetto il mar Mediterraneo e la necessità di agire tempestivamente per contrastarli ed evitare impatti disastrosi sulle generazioni future

Isola del Giglio
Editoriale: Mediterraneo
Marco Ferrazzoli

Il Mediterraneo è minacciato dall’impatto antropico, dall’inquinamento, dal sovrasfruttamento della pesca. E ora anche dalla siccità. Viviamo affacciati su un mare chiuso, particolarmente sensibile. È un mare prezioso, ricchissimo, in proporzione ben superiore alle dimensioni. Per questo tutelarlo è un dovere ma anche un interesse

Copertina libro Plasticene
Narrativa: Rifiuti
Patrizio Mignano

Il libro “Plasticene” (Il saggiatore) di Nicola Nurra, docente di Biologia marina all’Università di Torino e collaboratore dell’Istituto di scienze marine del Cnr, ci conduce nei preoccupanti scenari climatici del futuro. Ma non è troppo tardi "per salvare, insieme al pianeta, anche quella bizzarra specie di mammiferi bipedi e onnivori che lo abita da qualche centinaio di migliaia di anni”

Video
U. S.

Alla (ri)scoperta consapevole del mare sotto casa. È l'obiettivo del progetto “Blu di Genova”, tra i cui partner figura l'Istituto per lo studio degli impatti antropici e sostenibilità in ambiente marino del Cnr. Grazie al progetto, Genova ha l'occasione di sperimentare un nuovo modello partecipativo, punto di incontro tra scienza, sport, educazione ambientale, scoperta del territorio, sostenibilità e volontariato

Video
U. S.

Presentato alla Camera il principale risultato del progetto MaGic: un Atlante dei pericoli del mare, che ha visto il Cnr e i geologi marini riuniti per gestire il territorio sommerso. Oltre 5 milioni di euro i finanziamenti del Dipartimento della protezione civile

oceani, pesci
Focus: Caldo freddo
Marina Landolfi

I cambiamenti biogeografici dell'ambiente marino artico, dovuti all'innalzamento della temperatura degli ultimi anni, hanno portato a una trasformazione della vita delle specie ittiche. In Antartide, invece, dove la temperatura è tra le più costanti al mondo, l'ecosistema marino vive con più equilibrio. Ne parliamo con Maria Rosaria Coscia, ricercatrice dell'Istituto di biochimica e biologia cellulare del Cnr

Immagine onda
Focus: Rumore - Silenzio
Francesca Gorini

C'è chi ama ascoltarlo per ore, ritenendolo uno tra i suoni più rilassanti che la natura ci offre. Ma cosa provoca quel particolare gorgoglìo che sentiamo quando l'onda si frange a riva, e perché ci piace tanto? Lo abbiamo chiesto ad Alessandro Benedetti dell'Istituto di chimica della materia condensata e di tecnologie per l'energia, che ha studiato l'argomento e ne ha rivelato alcuni aspetti insoliti

biologia marina
Focus: Sotto sotto
Marina Landolfi

Le profondità oceaniche sono poco esplorate dall'uomo, malgrado i mari coprano circa il 70% della superficie totale del nostro Pianeta. Sono caratterizzati da una incredibile varietà di creature che per vivere nel buio più profondo hanno dovuto assumere sembianze da “mostri”. A spiegarci perché è Ester Cecere, biologa marina della sede di Taranto dell'Istituto di ricerca sulle acque del Cnr

Immagine
Focus: Sotto sotto
Patrizio Mignano

Elettrodomestici, giocattoli e persino parti di un'automobile. È quanto emerge da uno studio condotto sui fondali dello Stretto di Messina dall'Istituto per lo studio degli impatti antropici e sostenibilità in ambiente marino (Ias) del Cnr in collaborazione con l'Università Sapienza di Roma, pubblicato sulla rivista “Scientific Report”. Ne abbiamo parlato con la ricercatrice del Cnr-Ias Martina Pierdomenico

ecosistemi marini
Università ed Enti
Marina Landolfi

Con uno studio sulle specie aliene nel Mediterraneo che alterano gli ecosistemi marini, il team di ricercatori italiani di Ancona, coordinato da Ernesto Azzurro dell'Irbim-Cnr, vince la finale della manifestazione internazionale che si è svolta in Francia a inizio dicembre. Il gruppo ha superato una preselezione svoltasi in contemporanea a metà ottobre in diciannove città del mondo

energia dal mare
Università ed Enti
Marina Landolfi

Il primo rapporto del progetto europeo OceanSet 2020 ha analizzato gli investimenti e lo sviluppo tecnologico per l'estrazione dell'energia dal mare. L'Italia è al primo posto fra i Paesi mediterranei e seconda in Europa

onde anomale
Focus: Calamità
Marina Landolfi

Tsunami è un termine giapponese che indica una serie di onde alte decine di metri, prodotte dal rapido spostamento di una gran massa d'acqua, solitamente a causa di un terremoto. Sono tanti i casi noti che ne mostrano gli effetti devastanti – primi fra tutti i recenti Fukushima e Indonesia – come ci spiega Luigi Cavaleri dell'Istituto di scienze marine del Cnr

ricerca in mare
Opportunità
Marina Landolfi

C'è tempo sino all'11 novembre per candidarsi ai due concorsi che si svolgono a Napoli, per un collaboratore tecnico per la gestione della strumentazione per la ricerca in mare e per un funzionario con laurea in ingegneria, settore prevenzione e protezione

plastica negli oceani
Opportunità
Marina Landolfi

Aperte le iscrizioni al concorso 'Ocean Plastic Innovation Challenge' lanciato da National Geographic e Sky per incentivare idee innovative sul problema della plastica che inquina gli oceani. In palio 1,5 miliardi di dollari in premi e finanziamenti. La call scade l'11 giugno 2019

mare
Opportunità
Marina Landolfi

Sono aperte le iscrizioni al 'Premio Costa Smeralda', evento internazionale dedicato al mare. Il concorso è suddiviso in tre sezioni: narrativa, saggistica e innovazione e si rivolge a enti, imprese e persone. La call scade il 27 gennaio 2019

mare
Opportunità
Marina Landolfi

Sono aperte le iscrizioni al 'Premio Costa Smeralda', evento internazionale dedicato al mare. Il concorso è suddiviso in tre sezioni: narrativa, saggistica e innovazione e si rivolge a enti, imprese e persone. La call scade il 27 gennaio 2019

Persona in mare con uno squalo
Focus: Mare
Alessia Cosseddu

Per ridurre i rischi quando si va in barca, si fanno immersioni o una semplice nuotata è opportuno prendere alcune precauzioni, come ricorda Sandro Carniel, oceanografo del Cnr-Ismar di Venezia

Nido di suòe
Focus: Mare
Francesca Gorini

Le sule del Mediterraneo usano anche questo materiale: un serio pericolo per la sopravvivenza dei piccoli di questi uccelli marini. È quanto emerge da uno studio italo-francese cui ha partecipato l'Istituto di scienze marine del Cnr

dispositivi per monitorare animali marini
Focus: Mare
Marina Landolfi

Per raccogliere dati e per monitorare comportamenti e spostamenti di delfini, balene e tartarughe marine nei loro habitat i ricercatori utilizzano sofisticati dispositivi. Ci spiega il funzionamento Andrea de Lucia dell'Iamc-Cnr di Oristano

Genova vista dal Porto Antico
Appuntamenti
Francesca Gorini

Dal 10 al 12 maggio va in scena la prima edizione della manifestazione ideata e organizzata dall'Università per rafforzare il legame della città con il 'suo' mare, esplorando le tante connessioni con la ricerca, la formazione e le professioni del futuro

piatto di cozze
Focus: Prodotti tipici
Cecilia Migali

L'Ibimet-Cnr collabora con la Cooperativa Almar per la certificazione di qualità dei molluschi di questa regione. Un panel di assaggiatori selezionati e formati valuta freschezza, odore, sapore, livello di salatura e consistenza

Copertina
Ragazzi
Alessandra Pedranghelu

L'immensità del mare è raccontata in 'Il mare spiegato ai miei nipoti' da Hubert Reeves, astrofisico ed ecologista canadese, e dall'oceanografo francese Yves Lancelot.

Onda
Vita Cnr
Francesca Gorini

A distanza di 20 anni dall'incidente alla piattaforma petrolifera Draupner, danneggiata da un'onda alta più di 26 metri nel Mare del Nord, un team di ricercatori dell'Ismar-Cnr e dell'European Centre for Medium-Range Weather Forecasts ha analizzato nuovamente il caso. Ne è emersa anche una metodologia che aiuta a predire dove, quando e con che probabilità siano possibili onde estreme durante le mareggiate