Saggi: Spazio

Astronauta per caso

Copertina del volume Pellegrini dell'Universo
di A. C.

"Pellegrini dell’Universo" (Solferino), di Piero Bianucci, è una narrazione dell’esplorazione umana dello spazio dagli inizi a oggi, con i primi “turisti spaziali”, e guardando anche al futuro. Il libro è ricco di informazioni e aneddoti sui problemi che si incontrano: dai più tecnici a quelli legati alla quotidianità degli astronauti, non sempre comodissima

Pubblicato il

L’ultimo libro del giornalista e scrittore scientifico Piero Bianucci, “Pellegrini dell’Universo” (Solferino), fa parte della collana la “Scienza degli uomini” diretta dallo psichiatra Vittorino Andreoli, ed è una narrazione dell’esplorazione umana dello spazio dagli inizi a oggi, guardando al futuro. Offre una carrellata di curiosità sulla quotidianità della vita degli astronauti sulla Stazione spaziale internazionale: dalla loro alimentazione alle “scomode toilette spaziali”.

A 50 anni dall’ultimo sbarco sulla Luna, è iniziata la seconda era spaziale in uno scenario geopolitico molto diverso, che vede contrapposte non più due sole superpotenze: la Cina, infatti, diventa sempre più protagonista, insieme con le storiche antagoniste Russia e Usa. Questa nuova era è anche caratterizzata dal fenomeno del turismo spaziale: una vera e propria gara tra i super-ricchi del mondo a chi arriva più in alto. Nell’estate 2021, si sono susseguite ben tre spedizioni. Richard Branson, l’11 luglio ha inaugurato il primo volo turistico della sua astronave, rimanendo per quattro minuti in assenza di peso a 80 chilometri di quota, con altri cinque compagni di avventura. Appena nove giorni dopo, il 20 luglio, il miliardario di Amazon, Jeff Bezos, lo ha superato salendo fino a 100 chilometri. Con lui c’erano il fratello Mark, Wally Funk di 82 anni e il diciottenne Oliver Daemen. Lo slogan era: “Se loro lo fanno, tutti possono farlo”. “Tutti” significa coloro che possono acquistare il biglietto, alla modica cifra di mezzo milione di dollari. Ancora, il 15 settembre, l’astronave di Elon Musk (il miliardario della Tesla) ha portato quattro turisti per tre giorni su un’orbita a 575 km, più in alto della Stazione spaziale internazionale e del telescopio “Hubble”. Infine, il 13 ottobre, con l’astronave di Bezos, l’attore William Shatner, 90 anni, il Capitano Kirk di “Star Trek”, diventava il più anziano astronauta della storia.

Bianucci ipotizza anche un possibile itinerario turistico lunare, del resto le località da visitare sono tante. Ad esempio, si potranno sorvolare i sei luoghi di atterraggio delle missioni Apollo. E chi non vorrà vedere la “magnifica desolazione” descritta da Buzz Aldrin, scendendo mezz’ora dopo Armstrong nel Mare della Tranquillità? Dal 1° gennaio 2021 tutti i siti Apollo sono anche tutelati da una legge degli Stati Uniti. Le aspirazioni turistiche di questi pochi impavidi miliardari però sono state ora frenate dalla guerra in Ucraina: annullata la missione euro-russa su Marte il turismo in orbita sembra per il momento molto improbabile. 

Mercoledì 6 luglio alle 18.00, in diretta sulla pagina Facebook del Consiglio nazionale delle ricerche, Piero Bianucci presenta "Pellegrini dell'Universo" e dialoga dei temi trattati nel libro con l'astrofisico del Cnr Luciano Anselmo. Modera, Marco Ferrazzoli, capo Ufficio stampa del Cnr.

Titolo: Pellegrini dell’Universo
Categoria: Saggi
Autore: Bianucci Piero
Editore: Solferino
Pagine: 384
Prezzo: € 19,00