Terremoti

geologia
Focus: Sotto sotto
Alessandro Frandi

I popoli antichi hanno elaborato narrazioni anche per cercare di rispondere a domande fondamentali per l'uomo, tra cui quelle sulla natura. La mitologia spesso descrive l'origine di una civiltà, di una religione, di usi e costumi di un popolo, oppure rielabora eventi del passato. Si possono anche riconoscere eventi geologici del passato attraverso l'interpretazione di questi racconti? Ce lo spiega Luigi Piccardi, geologo dell'Istituto di geoscienze e georisorse del Cnr

Mario Tozzi
Focus: Anniversario terremoto dell'Aquila
Rita Bugliosi

A sottolinearne l'importanza è Mario Tozzi, ricercatore dell'Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr e divulgatore scientifico, che sull'argomento ha incentrato il suo contributo al volume 'Terremoti, comunicazione, diritto', curato da Alessandro Amato, Andrea Cerase e Fabrizio Galadini ed edito da Franco Angeli 

Soccorritori terremoto l'Aquila
Vita Cnr
Francesca Gorini

La 'Environmental Seismic Intensity Scale' classifica l'intensità dei terremoti sulla base degli effetti ambientali. Messa a punto con il contribuito di due ricercatrici dell'Istituto per l'ambiente marino costiero del Cnr di Napoli, è stata riconosciuta a livello internazionale con l'inserimento nella 'Encyclopedia of Natural Hazards' della Springer

Paesaggio antartico
Vita Cnr
Francesca Gorini

Con l'arrivo dell'inverno australe, si è conclusa la campagna estiva 2011-12 al Polo Sud, iniziativa a supporto del Programma nazionale di ricerca coordinato dal Cnr. La testimonianza di chi ha partecipato

Frana
Vita Cnr
Rosanna Dassisti

Con il contributo scientifico del Cnr, il finanziamento dell'Asi e la partecipazione di industrie, il progetto 'Monitoraggio del rischio da frana con tecnologie Eo' (Osservazione della Terra) ha sviluppato prodotti utili in tutte le fasi di una crisi di protezione civile: dalla previsione all'emergenza e post-emergenza, fino alla ricostruzione

 

Focus
Cecilia Migali

Quando un terremoto ha il suo epicentro in mare, lo scatenarsi di uno tsunami è una possibile conseguenza. E' quello che già avvenne nel 1755 nel Golfo di Cadice, insenatura dell'oceano Atlantico ad alto rischio sismico, dove si generò un maremoto che investì la parte bassa di Lisbona, già colpita da un tremendo terremoto