Televisione

L'educazione si rinnova in tv

Un momento di una puntata di Rai Scuola
di Rita Bugliosi

Rai scuola si allea con il Miur per arricchire la propria offerta sul canale digitale dedicato all'informazione e alla formazione di studenti e universitari. Un progetto crossmediale disponibile sia in televisione sia sul web. In palinsesto anche 'Scienziati e studenti'

Pubblicato il

È frutto della collaborazione con il ministero dell'Istruzione, università e ricerca (Miur) il rinnovamento di Rai scuola, che approda al digitale terrestre (canale 146) e propone un'offerta crossmediale, utilizzando anche il linguaggio della rete. Grazie al sito internet gli utenti, oltre ad accedere alla programmazione, possono condividere i contenuti e organizzarli in playlist e in lesson plan. La disponibilità di chat e App garantisce l'accesso attraverso smartphone e tablet, mentre l'uso dei social network favorisce la diffusione dei contenuti e il dibattito culturale.

Al centro del rilancio il recupero del ruolo educativo della televisione: "Strategico per lo sviluppo delle politiche culturali e formative del Paese", secondo il direttore di Rai educational, Silvia Calandrelli. "A tal fine, fondamentale è la sinergia con il Miur, il cui aiuto risulta prezioso nell'identificazione dei bisogni formativi dei giovani, dei linguaggi, delle innovazioni e delle priorità". 

Rivolta principalmente al mondo giovanile in età scolare e universitaria, Rai scuola non trascura però gli altri soggetti del mondo dell'istruzione, favorendo l'aggiornamento e lo scambio di esperienze e materiali educativi tra docenti e sostenendo le famiglie. Il nuovo canale ha stipulato accordi e convenzioni con istituzioni culturali, quali l'Accademia dei Lincei, l'Accademia di arte drammatica e il Teatro di Roma.

Logo di Rai Scuola

Tra i programmi realizzati con il Ministero di viale Trastevere, una sit-com che ha per protagonisti Lilian, alle prese con la scelta della scuola superiore, e il fratello maggiore, Alessandro, che l'aiuta nella decisione. In 'Prendere la strada giusta' tre inviate incontrano docenti e studenti per fare chiarezza sull'offerta universitaria. Alcune iniziative sono dedicate all'educazione alla legalità: un concorso tra gli studenti delle superiori per lavori - sceneggiature, audiovisivi, testi letterari, artistici o musicali - che ricordino la strage di Capaci e otto puntate dedicate allo studio e comprensione della Costituzione. Alcune trasmissioni forniscono il panorama delle opportunità per studiare all'estero, mentre il 'Divertinglese' impartisce una lezione di un'ora al giorno ai bambini delle elementari. Infine '.eco' propone esperienze didattiche realizzate da studenti su tematiche ambientali: due delle 20 puntate, 'I cambiamenti climatici' e 'Le biomasse', sono dedicate all'iniziativa 'Scienziati e studenti', realizzata dall'Ufficio stampa del Cnr.

Tra le produzioni esclusivamente Rai educational, 'Nautilus' propone incontri con esponenti della cultura: Claudio Strinati per l'arte, Alberto Quadrio Curzio per l'economia, Roberto Casati per la filosofia, Nanni Delbecchi per il teatro. 'Zettel' porta la filosofia in tv e 'Terza pagina' propone una rassegna stampa settimanale delle pagine culturali dei quotidiani.

La scheda

Che cosa: Rai scuola

Dove: televisione e web

Info: www.raiscuola.rai.it

Argomenti