Cinema

Il documentario scala le vette lombarde

La scena di uno dei film proiettati all'Orobie film festival
di Rita Bugliosi

Si svolge a Bergamo, dal 16 al 26 gennaio, l''Orobie film festival', la manifestazione cinematografica internazionale dedicata all'alpinismo, all'ambiente, alla natura, alla cultura, alla storia e ai personaggi delle terre alte. All'interno dell'evento una giornata è dedicata al Comitato Ev-K2-Cnr e al programma 'A passo di guida-In montagna con le guide alpine della Lombardia', realizzato in collaborazione con Montagna.tv

Pubblicato il

Si terrà dal 19 al 26 gennaio, presso il Centro congressi Giovanni XXIII di Bergamo, la settima edizione di 'Orobie film festival', la rassegna internazionale del documentario di montagna e del film a soggetto dedicato a uno dei più grandi e ricchi spazi ambientali del mondo: le terre alte. Un habitat naturale e un territorio economico, culturale e ricreativo che l'Associazione culturale 'Montagna Italia' ha deciso di promuovere, nel corso delle varie edizioni.

Due i concorsi previsti. Tre le sezioni di quello cinematografico: 'Le Orobie e le montagne di Lombardia', 'Paesaggi d'Italia', 'Terre alte del mondo'. A queste, si aggiunge nel concorso fotografico 'Agricoltura di montagna', in collaborazione con Slow food Valli Orobiche.

Tra le pellicole pervenute da varie parti del mondo (Italia, Svizzera, Germania, Etiopia settentrionale, Portogallo, Islanda, Caucaso, India, Svezia, Finlandia, Spagna, Nepal, Pakistan), ne sono state selezionate 26. A dare inizio all'evento (il 19 gennaio, alle 20.30) saranno i saluti inaugurali, seguiti dalle proiezioni dell'italiano 'Non così lontano' di Hervè Barmasse, che racconta le sue scalate del Monte Bianco, Monte Rosa e Cervino, compiute su nuove vie, e 'Gypaetus Helveticus' di Marcel Barelli, documentario animato che narra la storia della scomparsa del Gipeto dalle Alpi svizzere.

Il giorno seguente si terranno una degustazione organizzata in collaborazione con Slow food e le proiezioni 'Guardiano di stelle' di Pino Brambilla, presidente della Commissione cinematografica del Cai, su Oreste Forno. Lunedì 21 si vedranno, tra gli altri, 'Sulle Tracce dei ghiacciai - Missione in Caucaso' di Marco Preti, 'Sulla via del Det' di Paola Nessi e 'Alfonso Vinci: il film di una vita avventurosa' di Michele Radici.

La scena di uno dei film proiettati all'Orobie film festival

Il 22, dopo un intervento del Parco delle Orobie bergamasche, sarà la volta di 'Il dritto e il rovescio' di Alberto Sciamplicotti' e 'Ciapin-Passi scolpiti nel vento' di Nicoletta Favaron e Maurizio Camponovo.

Il giorno seguente è dedicato al Comitato Ev-K2 Cnr, con 'A passo di guida-In montagna con le guide alpine della Lombardia', un programma del Collegio delle guide alpine della Lombardia realizzato in collaborazione con Montagna.tv. In ognuna delle puntate - tutte girate dalla guida alpina Luca Maspes e presentate da Valentina d'Angella - vengono intervistate guide diverse e si scopre un differente aspetto del mestiere. Il 24 e il 25 proseguiranno le proiezioni dei lavori in concorso, tra i quali spicca 'Aere et Nubilo' di Ivo Pecile, un cortometraggio musicale con brani di Felix Mendelssohn.

Si chiude il 26, con le premiazioni dei due concorsi e una serata speciale con Kurt Diemberger, unico alpinista ancora in vita ad aver scalato due ottomila in prima assoluta, poi divenuto cineoperatore e documentarista.

La scheda

Titolo: Orobie film festival

Quando: dal 19 al 26 gennaio 2013

Dove: Centro congressi Giovanni XXIII, Bergamo

Info: www.teamitalia.com/2008/schedaevento.asp?eventoID=34

Argomenti