Cinema

Se l'handicap entra in classe

Una scena del film Camminando nel cielo
di Rita Bugliosi

La disabilità di un liceale è al centro del film 'Camminando nel cielo', nel quale i problemi di un ragazzo che improvvisamente si trova costretto alla sedia a rotella diventano il mezzo per esaminare le dinamiche che caratterizzano i rapporti tra i giovani. E per puntare i riflettori su un argomento di grande attualità: il bullismo

Pubblicato il

Disabilità e giovani. Sono questi i temi centrali del film 'Camminando nel cielo', scritto e diretto da Angelo Antonucci, che uscirà nelle sale a gennaio. Un gruppo di liceali al ritorno a scuola dopo le vacanze estive scopre che un compagno, Alessio, non è più in grado di camminare: un incidente con lo scooter lo ha ridotto sulla sedia a rotelle. La nuova situazione trasforma inevitabilmente i rapporti del giovane con gli amici e con le ragazze. Poi ci sono le barriere architettoniche, che gli rendono difficile spostarsi, anche a scuola, dove un muretto, del quale non può sfuggire il valore metaforico, gli impedisce di raggiungere i compagni che fanno ginnastica, costringendolo a guardarli da lontano.

Il problema più grande è però la presenza di un bullo, Ricky, che fa di tutto per umiliare Alessio e per ricordargli la sua diversità. Il giovane teppista mette nei guai il compagno, nascondendo nel suo zaino alcune dosi di hashish mentre la polizia sta effettuando una perquisizione nella scuola. Alessio viene dunque incolpato al suo posto e non fa nulla per difendersi, evitando così a Ricky di finire in prigione. Un gesto importante, che spinge il bullo della scuola a un primo, fondamentale passo per riscattarsi e arrivare a una presa di coscienza che prelude alla consapevolezza e alla maturità.

Una scena del film Camminando nel cielo

La pellicola vuole affrontare argomenti complessi e ambisce a raccontare realtà esistenziali e psicologiche articolate che avrebbero richiesto forse maggior maturità, narrativa e registica, e un impianto produttivo meno aleatorio. 'Camminando nel cielo' sembra pensato soprattutto per un pubblico giovane, e solo l'importanza del contenuto aiuta a sorvolare su qualche ingenuità formale, che non aiuta la struttura complessiva dell'opera, della quale restano comunque encomiabili gli intenti sociali.

La scheda

Titolo: Camminando nel cielo

Regia: Angelo Antonucci

Cast: Luca Mordenti, Vincenzo Soriano, Sandra Milo, Deborah Rinaldi, Antonella Ponziani, Mario Porfito

Argomenti